Per molte persone ora che ci troviamo a fine estate può sembrare strano parlare di vendita dei climatizzatori perché in teoria bisognava occuparsene prima dell’estate e non ora che già la partita è conclusa, come si suol dire.

 In realtà è un ragionamento che ha le sue falle perché ci sono delle persone che semplicemente dopo questo anno ancora così caldo e così afoso praticamente in tutta Italia anche nelle città di montagna, si sono rese conto che non è possibile gestire questi mesi estivi solo con un ventilatore soprattutto se parliamo di persone che lavorano in casa e quindi non hanno modo di ripararsi al lavoro magari dove è sempre acceso il condizionatore.

Quindi parliamo di quelle persone che magari lavorano tutto il giorno a casa nel mondo online oppure perché lavorano in Smart Working e sopportare il caldo 24 ore al giorno notte inclusa visto che anche durante le ore notturne c’è molta umidità, diventa un’impresa proibitiva.

Ma a parte tutto ciò l’altra questione è anche che adesso che i mesi estivi si stanno concludendo è chiaro che molte persone metteranno al limite la loro attenzione e il loro focus sull’acquisto di una caldaia se per caso ne hanno bisogno, e certo daranno meno attenzione ai condizionatori.

In questo contesto un’impresa in questo ambito e sono tante le imprese e la concorrenza è molto spietata, gli converrà proporre in questo periodo delle offerte per attirare nuovi clienti strappandoli alla concorrenza, e quindi una persona magari a ottobre novembre troverà un condizionatore molto potente per esempio di quelli di 12.000 BTU, di un’azienda importante ad un prezzo stracciato.

Oltre al fatto che una persona che si muove in anticipo ora ha anche più tempo per aspettare un’offerta interessante, e quindi ha più tempo per selezionare.

Dobbiamo stanziare un budget prima di scegliere un condizionatore tra i tanti modelli presenti sul mercato

Anche se nella prima parte di questo articolo abbiamo sottolineato che molte persone si muovono in anticipo per l’acquisto di un condizionatore in ogni caso si potrebbero trovare in difficoltà per le tante possibilità che hanno a disposizione sia per il numero di modelli presenti sul mercato, e anche per il numero di imprese.

Per questo motivo sottolineavamo nel titolo di questa seconda parte, che sarebbe sempre bene stanziare un budget così da fare chiarezza e capire quanto possiamo spendere e quanto non possiamo spendere, sempre con l’obiettivo  di non mettere in difficoltà il nostro bilancio familiare se stiamo parlando di un appartamento o anche di non mettere in difficoltà il nostro bilancio aziendale se vogliamo comprare dei condizionatori, magari per il nostro locale o per il nostro albergo, o per il nostro agriturismo.


A questo punto avremmo fatto già una prima scrematura e ci possiamo concentrare solo su quei condizionatori e su quei climatizzatori che ci possono interessare e basterà invitare gli addetti delle imprese per un sopralluogo a casa nostra, magari con un installatore, che ci darà dei consigli su quale può essere il modello più adeguato alle nostre esigenze.

Link Utili:

Etimologia della parola Climatizzatore (Wikipedia)

Guarda alcuni nostri Climatizzatori (Youtube)